SOStieni il mio blog


With your help, I can continue to provide free information on the Web.



20/12/14

I TRE PUNTI DI GNISCI

ARMANDO GNISCI

Professore associato all'Università "La Sapienza" di Roma, è considerato uno dei più importanti studiosi di Letteratura comparata in Italia e in Europa. (per maggiore informazioni clicca qui ARMANDO GNISCI)

A proposito de "Il salto dello Scorpione"
di Armando Gnisci

Tre punti per il romanzo di Jorge Canifa Alves, Il salto dello scorpione (19 dicembre 2014)
è uscito un romanzo maturo della LIMM (Letteratura Italiana della Migrazione Mondiale), una Odissea “giovanile” transtemporale in Europa, un viaggio migrante come quello primigenio  di Salah Methnani, ma dopo ventiquattro anni di tempo il libro di Jorge è un romanzo di formazione e di trasformazione: la via transculturale e gentile dei creoli del nuovo secolo in Europa. Salah nel 1990 sentì, arrivando con la nave in Sicilia, che lui non era un giovane intellettuale tunisino laureatosi sul romanzo europeo che era partito per andare a visitare l’Europa; lui si sentì essere, ancor prima di toccare la terra italiana, un “immigrato”, degradato nell’umano in Europa e senza identità. Jorge, dopo 24 anni dall’inizio della LIMM, ha costruito il rovescio dell’opera, ha scritto il nuovo passaggio transculturale che segna una opera di maturità: il migrante in Italia diventa in questo romanzo il viandante valoroso e gentile che viaggia in Europa e nel mondo per mondializzarsi, arrivando nell’Estremo Oriente, in Giappone. E torna in Italia, mutato transculturale e mondiale. Capace, cioè, di “pensare con il mondo” e di trasmettere letterariamente il suo passaggio esemplare.

Integrazione: 233 e sgg. LIMM eugenetico, fine secolo XXI, come procediamo noi che vogliamo essere gentili verso i nostri nipoti? Questo romanzo di Jorge è un’opera esemplare del nuovo secolo “Che è il vostro” (e anche il nostro) come scriveva nel 2000 Derek Walcott poetando a fianco alla mostra di Sebastião Salgado sulle migrazioni mondiali della fine del XX secolo.

“Metamorfosi fisica”, vedi appunto, Omnia mutantur, nihil interit [Ovidio, Metamorfosi, “Tutte le cose si trasformano e niente resta perduto” XV,165 sgg.] SINCRONICITà, come dice Jung. 

Roma 19.12.2014
Biblioteca Nelson Mandela, Roma

prossimamente il video de "I tre punti di Armando Gnisci"

11/12/14

Presentazione dello SCORPIONE

+

Venerdì 19 dicembre 2014 alle ore 18 la Biblioteca Nelson Mandela, Via La Spezia 21, ospita la presentazione del libro
IL SALTO DELLO SCORPIONE 
 di JORGE CANIFA ALVES 
primo scrittore capoverdiano a pubblicare un romanzo in lingua italiana.
Ne parleranno con l’autore:
Armando Gnisci, critico letterario e fondatore della Cattedra di Letterature Comparate di Roma;
Jesus Maria de Lourdes, giornalista;
Carola Susani, scrittrice.

Letture a cura dell’attrice Silvana Mariniello e musiche di Roberta Bartoletti, organetto.

SINOSSI
Una storia proiettata verso il mondo. Luciano ad un certo punto della sua monotona vita riesce ad effettuare quel salto che gli permetterà di lasciare la casa materna e di mettersi alla ricerca di Iolanda, suo grande amore adolescenziale ed emigrata in Francia molti anni prima. La nuova vita del protagonista si riempirà, piano piano, di nuove emozioni, nuovi amici ma anche di storie bizzarre, di stranieri e Rom che lo porteranno ad una più intensa consapevolezza del sé.

 

info: canifa@yahoo.it
3470800958

segui su facebook------> Il salto dello Scorpione

07/12/14

ITALIAN COMICS - Palermo

ITALIAN COMICS - Palermo

Hai una sigaretta?

Mi offri una birra? No, non voglio i soldi. Dovresti entrare tu a
prendermi la birra… A me non fanno entrare… È il Governo che lo ha
deciso.

Un giorno stavo bevendo una birra, sono arrivati alcuni poliziotti e me
l’hanno tolta urlandomi che avevo fatto qualcosa che non dovevo fare!
Avevo pisciato nel parco centrale, avevo maltrattato un cane, rincorso
per tutta la piazza del mercato una vecchia e facevo spesso il bagno,
nudo, in mare! Per tutte queste stronzate hanno ordinato a tutti i
commercianti di farmi morire di sete!

Io li ammazzo tutti questi bastardi!

Uno torna nel proprio paese dopo anni e, anzi, ti ci portano a forza,
contro la tua volontà e, non è neanche padrone di bersi una birra in
santa pace seduto qui in… Non ho un lavoro qui a Mindelo… non ho una
casa qui a Mindelo, no! Perché il Governo non mi ha voluto dare una
casa… e (continua su Italian comics)


03/12/14

a proposito di RACCONTI in ALTALENA!

In questi racconti i temi sono 4: L'AMICIZIA, LA LIBERTA', L'ACQUA E LA DONNA...
Quattro elementi molto importanti per la mia tradizione culturale e nella mia personale cultura di formazione!
Sono i quattro pilastri su cui si appoggia la cultura capoverdiana e in cui io credo molto!
L'amicizia, fa si che non ci siano barriere tra i popoli e permette di creare società multietniche come lo è quella capoverdiana sin dal suo essere.
La libertà è il sale della vita... qualsiasi cosa io faccia debbo farlo nel pieno della mia libertà... cerco di non farmi dominare da niente e da nessuno... sto alle regole del gioco della vita, ma non mi faccio trascinare da essa... uno deve essere libero di fare le proprie scelte, senza condizionare o farsi condizionare... tutto! un figlio, ad esempio, va consigliato non gli si debbono imporre le cose! Il fumo, altro esempio, ti rende schiavo di qualcosa, ti condiziona... vivere senza di essa ti rende libero... e altri ancora!
L'acqua... è l'ELEMENTO per eccellenza per me! circa dieci anni fa iniziai a scrivere un racconto lungo sul nazzismo, il protagonista doveva affrontare diverse prove-elementi, sono entrato nella terra in due giorni... poi toccava all'acqua e qui sono sorti i problemi: ci ho impiegato quasi 9 anni per entrare dentro l'acqua... il racconto è ancora fermo all'acqua ma nel frattempo sono nati tutti questi racconti d'acqua... acqua come elemento distruttivo, ma anche creativo, capace di spaccare la pietra, esplodere nel cielo, distruddere città e poi creare la vita, senza di essa si muore... tutte le città del passato nascono vicino all'acqua e... potrei andare avanti per ore!
La donna, la nostra società è una società matriarcale! Io ho vissuto 20 anni buoni della mia vita in una famiglia di donne (madre e due sorelle... i miei primi 6 anni ho avuto come guida mia nonna paterna!) e ho avuto sempre molte amiche che mi hanno sempre preso come confidente, si fidavano di me e mi raccontavano le loro storie, le loro pene d'amore, i loro successi, i triofi politici, sportivi, la loro depressione, la gioia... Come potevo non cercare di imitarvi?
Con questa consapevolezza nascerei mille volte uomo solo per amarvi e farvi raccontare! a noi uomini raccontate ciò che più di vero è insito in voi, alle altre donne raccontate il pettegolezzo, o quello che vorrebbero sentire! Siete più sincere con noi uomini quando vi raccontate che non che le altre donne!

Novità editoriale

IL SALTO DELLO SCORPIONE 
 romanzo 

 pp 296 
autore Jorge Canifa Alves 
anno 2014 

 
Una storia proiettata verso il mondo. Luciano ad un certo punto della sua monotona vita riesce ad effettuare quel salto che gli permetterà di lasciare la casa materna e di mettersi alla ricerca di Iolanda, suo grande amore adolescenziale ed emigrata in Francia molti anni prima. La nuova vita del protagonista si riempirà, piano piano, di nuove emozioni, nuovi amici ma anche di storie bizzarre, di stranieri e Rom che lo porteranno ad una più intensa consapevolezza del sé. L'incontro con Ninon lo porterà a cambiare obiettivo... Ninon vive in una sua fragilità sentimentale ma non tarderà molto a trasportare Luciano dentro un'altra dimensione. E qui, il protagonista su ritrova davanti a sé stesso sospeso tra il passato, il presente ed il futuro. Ed è proprio da quest'ultima dimensione spazio-tempo, sembra che, qualcuno stia cercando di mettersi in contatto con lui. Perché? Cosa è successo di così terribile nel passato di Luciano? Riuscirà di evitare di essere punto dallo scorpione?

E' possibile ordinare il romanzo cliccando qui di seguito:  IL SALTO DELLO SCORPIONE

14/11/14

IL SALTO DELLO SCORPIONE


Ho bisogno del tuo sostegno per realizzare questo progetto autoprodotto e autofinanziato. L'importo totale comprende l'edizione di 200 copie, servizi di stampa, locandine, distribuzione e più alcuni incontri di presentazione nella Capitale e altre spese che sicuramente ora mi sfuggono.

Vi ringrazio sin d'ora del votro appoggio anche minimo che possa essere.

Il romanzo apre il sipario con Volver di Carlos Gardel che trascina il lettore dentro un mondo di viaggi, partenze, ma soprattutto ritorni.
Luciano, il protagonista del romanzo, vive un’intera vita confinato in un mondo sospeso tra passato e presente, tra pace dei sensi, delusioni, e illusioni finché nel 1998, all’età di cinquantaquattro anni, non si ritrova a ripercorrere il sentiero della propria vita… Un incontro straordinario con una sua coetanea: Iolanda, all’alba dei suoi quattordici anni, ha cambiato la sua vita. Un amore intenso costruito intorno a treni di passaggio, un dio viaggiatore e sempre addormentato e uno strano libro dalla copertina rossa.
Iolanda lo travolge con le sue idee sulla fantasia, sulle stelle e sulla volontà di realizzare sogni… solo che un bel giorno i suoi genitori devono migrare in Francia per lavoro. Luciano ha solo quattordici anni, non riesce a seguirla e passa la vita bloccato in quella stazione chiamata ATTESA.
A cinquantaquattro anni si accorge di aver sbagliato qualcosa, avrebbe dovuto mettersi alla ricerca della ragazza molti anni prima. Succede un qualcosa di straordinario che lo convincerà a mettersi in cammino alla ricerca di Iolanda… ben quarant’anni dopo ma con una nuova personalità, una nuova maschera, quella di un giovane volto regalo di un dio amico. Si mette in viaggio. La Francia gli regala una nuova vita piena di emozioni negative e positive, ma soprattutto un’amica: Ninon. Lei sarà la sua guida, lo porterà dove lui non era mai stato: dentro la vita. Il viaggio di ricerca prosegue con la ragazza, attraverso le delusioni e illusioni d’amore di entrambi, attraversando Parigi (Francia), Leiden (Olanda) e Jumilla (Spagna) scoprendo ogni volta particolari del suo “io” sepolto. Dentro questo conflitto interiore c’è uno strano libro dalla copertina rossa che ritorna costantemente nella sua mente… qualcuno sta inconsapevolmente scrivendo dal futuro? Luciano incontrerà questo qualcuno, Kyruna, quando riuscirà a liberarsi dai suoi conflitti interiori e... se ne innamorerà. Ma proprio allora entra in scena Iolanda che lo trascina con un salto dello scorpione indietro nel tempo. Qualcosa di terribile si nasconde nel passato di Iolanda e Kyruna lo aveva già scritto…

11/11/14

21/10/14

SCRITTURE IN TRANSITO voci lusofone in Italia

Mercoledì 15 ottobre , alle ore 14.30, nell’ambito della conferenza Scritture in transito: voci lusofone in Italia - promossa dal Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati, Archivio Scritture Scrittrici Migranti dell’Università Ca’ Foscari di Venezia – si è tenuto un incontro sulle scritture lusone di autori e autrici migranti residenti in Italia. Hanno partecipato Claudiléia Lemes Dias, Jorge Canifa, Rosanna Morace, Edoardo Pittalis con il cantautore Gualtiero Bertelli.
A seguire, alle ore 17.40, Rosana Crispim da Costa, ha proposto un reading poetico dal titolo Parole e suoni oltre i confini, accompagnata da Diogo Colossi e Sara Versolato. Appuntamento al Cultural Flow Zone Zattere al Pontelungo (Dorsoduro 1392, 30123 Venezia).

L'incontro è stato curato da Vera Horn e Vanessa Castagna.

12/10/14

STRANIERO

Apparteniamo alla terra 
dove cresciamo
dove viviamo
e amiamo.
Vivo in questa terra
da oltre trentacinque anni
vivendolo
amandolo
eppure
trovo sempre
chi mi considera
STRANIERO
in questa terra
che è anche mia
perché la vivo 
la rispetto 
e l'amo.

10/10/14

Il ritorno a Roma



VOLVER

AIRES TANGO






Domani venerdì ore 21.00 11 ottobre 2014 concerto Javier Girotto & AIRES TANGO auditorium parco della musica di Roma per festeggiare i loro 20 anni di carriera artistica. 
Hanno girato il mondo e tutta europa l'italia li ha omaggiati e roma li ha battezzati e come non ripartire dalla capitale bistrattata per ritornare a quelle arie che fondono le americhe e le etnie più nostrane. Saranno felici con voi e il tempo non sarà passato invano. 
Del resto la musica con sensibilità interiore forma un mondo in armonia e pulsante dolcezza. 
Ho conosciuto un javier taciturno e timidissimo ve lo offro arioso e serafico. 
I ricordi di un tempo sono maturati e hanno lasciato il posto ad una persona ancor più generosa e forte. Ciao e a chi non sarà con noi divertitevi e rilassatevi nel vostro fine settimana. 
Agli altri lo augurerò di persona. 
Baci a marco ale michele con amore! 
Maggie Girotto


Le rivoluzioni non necessariamente rappresentano delle soluzioni... sicuramente ti danno linfa vitale!

indice

RAIZ-LONGE

RAIZ-LONGE
dietro: Benny Hopffer Almada, Giovanni Mone, Alfredo Pierantozzi; al centro: Marta Poretti, Viviana Alves, Jorge Canifa Alves, Cateline Hopffer Almada, Lorena Salvatori, Walter do Rosario; in basso: Hamdi Dahir, Linda Evora, Aderico Brito.

Un libro può salvare la vita

  • edgar allan poe - racconti
  • Gabriel Garcia Marquez - Cent'anni di solitudine
  • Isabel Allende - il piano infinito
  • Luis Romano - famintos
  • Michael Ende - la storia infinita

MONDO MIGRANTE

Los Angeles – Charlize Theron è diventata cittadina americana. Ad annunciarlo la stessa attrice durante il David Letterman Show: “ho sempre desiderato essere cittadina americana, ma loro non volevano accettarmi… Ho dovuto studiare. Inoltre era difficile non pensare a qualche trucco all’esame, come quando a me, di madrelingua inglese e sudafricana, è stato dato un foglio e mi è stato chiesto di scrivere correttamente la frase: è una giornata di sole”.

Un premio Oscar all’ umorismo americano… ma si diamo loro anche un “Tapiro d’oro”.

XXXIII° ANNIVERSARIO DALL'INDIPENDENZA DI CAPO VERDE

XXXIII° ANNIVERSARIO DALL'INDIPENDENZA DI CAPO VERDE
J. Canifa Alves, l'On.le M. Monteiro, l'On.le Frias, l'On.le Sousa, rappresentante Caritas F. Pittau